NEWS IN PRIMO PIANO

campagna di comunicazione sulle malattie neuromuscolari e sulla nascita del Centro Clinico NeMO ad Ancona

paladini-banner-sito-OK

Ha preso il via giovedì 6 aprile la campagna di comunicazione sulle malattie neuromuscolari e sulla nascita del Centro Clinico NeMO ad Ancona.

Realizzare un Centro Clinico NeMO nelle Marche potrebbe fare la differenza per le persone con malattie neuromuscolari e per la loro qualità di vita, così si è espresso, in occasione della prima giornata sulle malattie neuromuscolari del 4 marzo, Roberto Frullini, presidente della Fondazione Paladini, che raccoglie nella regione le istanze dei malati di patologie molto invalidanti come sclerosi laterale amiotrofica (SLA), atrofia muscolare spinale (SMA) o distrofia muscolare. Leggi Tutto


“Abbiamo diritto di giocare senza barriere!” Al via la Giornata Nazionale UILDM 2017

Giaangiacomi Simone “Abbiamo diritto di giocare senza barriere!” Il Presidente Giangiacomi Simone della UILDM Sezione di Ancona apre così, nel nostro territorio marchigiano, la Giornata Nazionale UILDM 2017.
“I bambini con disabilità devono essere liberi di frequentare i parchi comunali, come tutti gli altri bambini. Se non possono giocare non possono crescere. La UILDM a lavoro per una società sempre più inclusiva!” dichiara. La nostra sezione ha organizzato, dal 3 al 15 aprile, un banchetto di raccolta fondi presso l’Ospedale Regionale di Torrette (bar dell’ospedale) e dal 1 al 19 aprile puoi inviare un SMS al 45542 per donare 2 euro o chiamare da rete fissa per donare 5 o 10 euro.


La “silenziosa eutanasia di Stato” delle carenze assistenziali. La battaglia per un Centro Nemo Ancona

SIMONE-E-FRULLINI-720x431@2xIl servizio di èTVMarche > Il Video

“Più che alla legge sul fine vita ciò cui Simone Giangiacomi dell’associazione Uildm, Unione Italiana Distrofia Muscolare e Roberto Frullini della Fondazione Paladini tengono è la dignità della stessa in malattia. Ovvero assistenza, cura e sicurezza per sé e le proprie famiglie. Qui, al quinto piano dell’ospedale regionale di Torrette di Ancona, al Centro malati neuromuscolari è rimasto un solo neurologo (prima erano due), manca il cardiologo, da tre anni lo psicologo e l’anestesista. Le associazioni chiedono figure specializzate per un centro completo multidisciplinare in grado di dare risposte efficaci, per evitare la spola da un reparto all’altro e migliorare la qualità della vita dei pazienti.”

Leggi Tutto